Staylite: l'essenza dello stile della leggerezza
Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di più
Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all'uso dei cookie
STORIE DI STILE E DI LEGGEREZZA > LA SUPERFICIALITA' DELLA BUFALA

LA SUPERFICIALITA' DELLA BUFALA



11 Maggio 2017
 
LA SUPERFICIALITA' DELLA BUFALA -
Televisioni. Giornali. Radio. Internet.
Viviamo in un’epoca in cui 24 su 24, 7 giorni su 7, siamo raggiunti dalle informazioni. Oppure siamo noi stessi a veicolarle. Una rete mediatica che offre opportunità un tempo inimmaginabili, ma anche qualche pericolo. Uno su tutti, la diffusione delle cosiddette bufale scientifiche, ovvero bugie spacciate per verità. Le bufale esistono da che mondo è mondo ma se anche oggi una bugia ha le gambe corte, corre comunque davvero molto veloce! Nel 2011, dopo un terremoto in Virginia, gli abitanti di New York lessero su Twitter della scossa 30 secondi prima di avvertire fisicamente il propagarsi dell’onda sismica. Se considerate la potenza di tali mezzi di comunicazione, capirete la drammaticità della situazione.

Spesso mi chiedono come sia possibile discriminare quali, fra le notizie che leggiamo di continuo, siano affidabili e quali no. Non basta avere una laurea in fisica, una in medicina, una in geologia e una in qualunque ambito dello scibile umano per poter affrontare un argomento in modo approfondito e responsabile. Wikipedia è uno strumento meraviglioso, ma non conferisce titoli accademici. Anzi, a essere onesti, è piena di errori proprio per il fatto di essere un’enciclopedia a cui chiunque può contribuire.

Esistono, però, una serie di campanelli d’allarme che ci possono aiutare ad instillare un salutare seme del dubbio verso ciò che leggiamo. Presi singolarmente non possono dare la certezza che ciò che si ha davanti agli occhi sia una bufala, ma se iniziano a risuonare assieme, allora forse è il caso di non fidarsi.

Uno su tutti è l’allarmismo. Le notizie – vere o false che siano – corrono se c’è una spinta emotiva dietro. Quando scoprite qualcosa che vi emoziona, lo raccontate a chi vi sta vicino, il quale farà lo stesso. E forse non c’è nessuna emozione potente come la paura. Raccontate a una madre che un ingrediente contenuto in praticamente tutte le merendine è pericolosissimo per la salute, e avrete creato una fobia su scala nazionale. Indipendentemente dal fatto che sia vero. Legata alla paura, c’è la speranza. Dite a un genitore che è stata trovata una cura miracolosa per i suoi figli e questo ci crederà con tutte le proprie forze, anche se il suo funzionamento è contrario a tutte le conoscenze scientifiche acquisite nel corso di secoli.

A tal proposito, se una sensazionale notizia scientifica nasce e si diffonde su internet o sui media generalisti in generale e viene ignorata dalle riviste scientifiche, il campanello d’allarme potrebbe suonare l’ora a Notre Dame. Per carità, anche riviste scientifiche di livello come Nature e Science non sono infallibili. In passato su di esse sono state stampate falsità (scritte sia in buona che in cattiva fede), ma queste sono state poi individuate e rettificate. La Scienza funziona così: è un lavoro di squadra. Soprattutto nel mondo moderno, è difficile che esistano scopritori singoli, soprattutto se inesperti, senza un titolo di studio, che però un giorno hanno l’illuminazione vincente. Può capitare il genio che poi viene premiato con un Nobel qualche decennio dopo (se nel frattempo è rimasto in vita e non ha pestato i piedi a qualcuno dell’Accademia Reale Svedese), ma questo deve comunque mettere a disposizione di tutta la comunità i suoi metodi e i suoi campioni. Perché l’esperimento deve essere riproducibile e verificabile in modo indipendente.

E, come dice l’Uomo Ragno, “da grandi poteri derivano grandi responsabilità”. Qualcuno fa un’affermazione scientifica rivoluzionaria e straordinaria? Straordinarie dovranno essere le prove che porta. Se io dicessi che le scie lasciate dagli aerei non hanno assolutamente una forma normale e contengono sostanze pericolose, dovrei essere io a provarlo, non lasciare a chi legge il compito di smentirmi. Un compito sempre lungo, difficile e dispendioso, a prescindere da quanto palesemente false siano le affermazioni da me fatte. E, se non ho prove incontrovertibili, allora la mia opinione non vale nulla. Sembrerà brutto da dire, ma la democrazia e la Scienza – per fortuna, fidatevi – non vanno a braccetto. Non c’è da sentire le diverse campane, c’è da ascoltare solo quella che può provare i suoi rintocchi. Si può andare contro l’opinione comune della comunità. Galileo, per fare un esempio, l’ha fatto. Fu anche preso per pazzo (ed eretico). Tanto che spesso i truffatori si difendono dietro la frase: “Anche Galileo fu perseguitato!”. Ma lui, al contrario di questi "umilissimi" individui, ha fornito delle strade per verificare che quello che diceva, per quanto non intuitivo, era corretto. Alla fine la comunità scientifica non ha potuto fare altro che dargli ragione e integrare i suoi studi con nuove scoperte.

Perché la Scienza, dicevamo, è un lavoro di gruppo. Non infallibile, anzi procede per tentativi ed errori, ma sul lungo periodo è molto affidabile. A tal punto che spesso, quando vogliono vendere una bufala (il più delle volte, fortunatamente, abbastanza innocua), anche i giornali affiancano alla notizia la frase “Lo dice la Scienza”. Digitate questa frase su Facebook o su Google: scoprirete che i primogeniti sono più intelligenti, che gli uomini calvi sono più sexy e così via. Il tutto certificato da fantomatici scienziati. Si chiama “Principio di autorità”: se lo dice qualcuno di autorevole, deve essere vero. “Lo hanno detto in tv!”, “L’ho letto sui giornali!”, “Lo ha detto Piero Angela!”. Intendiamoci, per quanto mi riguarda se venisse Piero a dirmi che hanno trovato una specie di unicorno rosa che vola producendo arcobaleni io non dubiterei nemmeno per un secondo della notizia, ma forse dovrei. No, niente, di Piero non riesco a dubitare.
Diciamo che ci sono autorità più affidabili di altre. Uno scienziato oppure un medico con esperienza decennale è forse più meritevole di ascolto rispetto ad una persona del mondo dello spettacolo, quando si parla di Scienza. Soprattutto perché se lo scienziato dice una scemenza, si ritroverà sotto casa una fila interminabile di colleghi pronti a smentirlo.

In un articolo sulle bufale, però, devo confessare di aver inserito anch’io una bugia. Ho detto che nessuno dei campanelli d’allarme che avrei citato, preso singolarmente, avrebbe potuto identificare una bufala scientifica. Ho mentito. Uno c’è: la parola “complotto”. Posto che è abbastanza offensivo pensare che milioni di ricercatori – spesso mal pagati – si mettano d’accordo in completa malafede per mentire alla popolazione mondiale nascondendo informazioni fondamentali, è stato dimostrato matematicamente che un complotto che necessita del consenso di così tante persone non può resistere più di qualche anno.

La Lobby degli Astrofisici non vi sta nascondendo la piattezza della Terra. Né l’esistenza dei dischi volanti. Quella dei Fisici non ricava profitti dalle vendite dei forni a microonde quando vi dice che non sono dannosi per la salute. L’Associazione Mondiale dei Geologi non si sta tenendo tutto per sé il metodo di previsione dei terremoti o delle eruzioni vulcaniche. L’Ordine Mondiale dei Pediatri non sta cercando di far ammalare i vostri figli. La Loggia dei Biotecnologi non vuole uccidervi di allergia con pericolosissimi Organismi Geneticamente Modificati.

Dubitate, dubitate sempre. Anche di me che vi sto dicendo queste cose. Ma fatevi un favore: quando leggete qualcosa che va condiviso prima che un qualche complotto affossi la notizia o chiuda la pagina del social che la divulga, spegnete il computer e fatevi un sano e tradizionale piatto di pasta al pomodoro pachino, che non ha mai ammazzato nessuno.
Anche se, a voler fare il puntiglioso, dovrei dirvi che il pomodoro pachino è uno dei tanti cibi che mangiamo quotidianamente senza saperlo e che non hanno mai evidenziato controindicazioni per la salute. Così come lo è il Creso, il grano di cui è fatta praticamente tutta la pasta italiana. A dimostrazione di quanto ci siano temi che non vanno affrontati con superficialità, ma con estrema attenzione. In ogni caso, buon appetito!

Luca Perri
 


STORIE DI STILE E DI LEGGEREZZA
SIAMO ANCORA POSTMODERNI
18 Gennaio 2018
Oggi esiste ancora una cultura dominante? La fiducia dell'uomo verso quei sistemi di pensiero che propongono un'interpretazione definitiva della realtà ormai è crollata. L'uomo di oggi si trova a muoversi in una condizione sociale e culturale mutevole e incerta...
LA MAGIA DEL NATALE
21 Dicembre 2017
Il freddo, i mille impegni, il portafogli messo a dura prova... Nonostante tutto dicembre per la nostra litestyler Elise Lefort rimane il mese più magico di tutto l'anno. Scopri con la style blogger il look giusto per d-osare lo stile natalizio!
L'ASTRAZIONE COME FENOMENOLOGIA
16 Novembre 2017
Che cos'è l'arte astratta? Secondo il critico d'arte e litestyler Ivan Quaroni la realtà offre così tanto che forse non ci sarebbe bisogno d'inventare nulla di nuovo. A volte basterebbe guardare le cose non per quello che sono, ma per quello che potrebbero essere.
E.T. NON CI TELEFONA A CASA
19 Ottobre 2017
Quanto è effettivamente probabile che una cosiddetta "civiltà intelligente" provi a mettersi in contatto con noi? Lo scienziato e litestyler Luca Perri prova a spiegarcelo.
IL POTERE CATARTICO DELLA CULTURA POP
21 Settembre 2017
Si può strappare un sorriso anche davanti all'idea della fine del mondo? Secondo il litestyler e critico d'arte Ivan Quaroni la cultura pop può essere la chiave.
SEPTEMBER BLUES? BASTA AGGIUNGERE UN TOCCO DI ROSA!
14 Settembre 2017
La lista della spesa è sempre così piena e il frigo così vuoto. Una pila di documenti e fascicoli ad attenderci, pronti a ricominciare. E noi? La litestyler Elise Lefort ci racconta il suo settembre, fra nuovi stili e nuovi inizi.
LA FORMA E' IL SIGNIFICATO
27 Luglio 2017
Quando si tratta di arte, per Ivan Quaroni, la forma è il significato. Il nostro curatore d'arte e litestyler parte dal testo di una canzone dei Simple Minds per spiegare come non serva necessariamente spiegare ogni cosa, basta che ci emozioni.
LA MOUSSE DI LEONILDO CONTIS
20 Luglio 2017
Abbiamo chiesto al nostro litestyler e chef pasticciere, Leonildo Contis, di consigliarci una ricetta che avesse la freschezza e la leggerezza dell'estate...
VEDERE E' UN ATTO CREATIVO
29 Giugno 2017
Il litestyler e curatore d'arte Ivan Quaroni ci parla dell'atto del vedere, spiegando come ciò che compare davanti al nostro sguardo non è la somma delle singole parti.
LA DOMANDA PIU' FREQUENTE
22 Giugno 2017
Qual è la domanda che Luca Perri, litestyler e astrofisico, riceve più spesso durante i suoi workshop scientifici in merito al suo lavoro? Scoprilo nel suo post di oggi
LA LEGGEREZZA E' NEGLI OCCHI DI CHI GUARDA... O FORSE NO!
14 Giugno 2017
Elise Lefort, style blogger, indaga la leggerezza dello stile, fra tessuti, mode e pregiudizi. Ma solo chi veste i propri panni può sentirsi davvero leggero per la nostra litestyler.
ELOGIO DELL'ETA'
25 Maggio 2017
Il nostro litestyler Ivan Quaroni ci racconta della leggerezza, di come sia una scelta dell'età matura e non sinonimo di superficialità.
LA LEGGEREZZA CRISTALLINA DI SIGALIT LANDAU
18 Maggio 2017
Zucchero, sale, carta pesta: la nostra litestyler Irene Pollini Giolai ci racconta il lavoro dell'artista Sigalit Lindau, le cui opere sono un ponte tra presente e passato, tra tradizione e innovazione, tra storia e visione.
LA SUPERFICIALITA' DELLA BUFALA
11 Maggio 2017
E' possibile discriminare quali, fra le notizie che leggiamo di continuo, siano affidabili e quali no? Luca Perri, astrofisico e litestyler, ci spiega quali possono essere i campanelli d'allarme da non ignorare.
IL COLORE DELL'EMOZIONE
27 Aprile 2017
I colori fanno parte della nostra vita; ci circondano ma troppo spesso ce ne dimentichiamo. Ma basterebbe ogni tanto tornare bambini e imparare di nuovo ad emozionarsi per un arcobaleno, come ci spiega la litestyler Elise Lefort.
LEGGEREZZA 3D
13 Aprile 2017
Leggero non vuol dire semplice. Ecco la ricetta della mousse al limone su struttura al cioccolato in 3D del pasticcere Leonildo Contis. Pronti a creare leggerezza?
DOLCI PIENI DI LEGGEREZZA
06 Aprile 2017
"La pasticceria è una passione che si trasforma in arte, nel momento in cui si governa la chimica che muove la materia". Leonildo Contis, pasticcere, ci racconta la sua visione della leggerezza in pasticceria
LA CAREZZA LEGGERA DI UN PROFUMO
31 Marzo 2017
Dalle fragranze dolci e vanigliate dell'adolescenza, ai bouquet floreali del suo "diventare donna". La nostra litestyler Elise Lefort, direttore moda e editor di Fashiontimes, oggi ci parla di profumo.
LA LEGGEREZZA DELLA SCIENZA
24 Novembre 2016
Scienziato decisamente fuori dagli schemi, il litestyler Luca Perri parla di temi scientifici con talmente tanta disinvoltura, passione ed ironia che fa capire tutto a tutti. Protagonista al recente Festival Della Scienza di Genova Luca ci racconta come è andata.
LA LEGGEREZZA DI UNA...BUGIA
02 Novembre 2016
Le promesse non mantenute. Oppure una bugia. Con la sua firma artistica irriverente, tanto leggera quanto tagliente, il litestyler Pierpaolo Perretta ha trattato questo argomento con la sua opera "Pinocchio", per "StreetScape" 2016.
LA LEGGEREZZA PARADOSSALE di 'The Woman who left'
15 Settembre 2016
Dura quasi 4 ore, è un film in bianco e nero con molte riprese a camera fissa. Lunghi spazi temporali, lunghi silenzi o lunghi dialoghi. Ma come mai è stato definito un film che parla di leggerezza?
LA LEGGEREZZA NELL'ARTE di Giuseppe Veneziano
28 Luglio 2016
Secondo Giuseppe Veneziano, pittore italiano, per quanto il gesto creativo sia frutto di un'intuizione, un artista deve porsi costantemente il problema della leggerezza...
LA LEGGEREZZA DEL JAY PRITZKER PAVILON
26 Maggio 2016
La chiamano Windy City per il vento forte che soffia molti giorni dell'anno ma c'è un'altra caratteristica che si addice a Chicago e che Paola ha scoperto visitandola un paio di settimane fa...
LA LEGGEREZZA DELL'INNOVAZIONE
13 Aprile 2016
Per Stefania Lucchetta, ambassador dello stile della leggerezza, per innovare si deve puntare all'inedito, provando a fare gli indovini prevedendo il futuro. E poi, l'innovazione arriva guardandosi dentro e trasformando le insoddisfazioni in nuovi stimoli.
LA LEGGEREZZA DI ESSERE PADRE
17 Marzo 2016
L'idea che qualcuno può farsi dell'essere genitore non sfiora neanche lontanamente la realtà, che è molto più intensa ma anche più impegnativa. Ivan Quaroni ci racconta che cosa ha scoperto nella leggerezza di essere padre...
IL PESO SPECIFICO DELL'AMORE
22 Febbraio 2016
Per secoli ha divorato cuori e menti di grandi poeti, romanzieri e pur anche filosofi che audacemente hanno cercato di risolvere l'irrisolvibile dilemma: l'amore può essere sinonimo di leggerezza?
LE INVASIONI LEGGERE DI CHARLES PÉTILLON
29 Dicembre 2015
Ogni palloncino è singolo ma parte di un tutto, e tutti insieme creano una sorta di organismo vivente che si trasforma in una nuvola galleggiante... Scoprite l'intelligenza della leggerezza delle "inviasioni" di Charles Pétillon
CON UN FILO DI LEGGEREZZA
19 Novembre 2015
Nel lavoro di Donata c'è tanta leggerezza. Con un semplice fil di ferro riesce a trasmettere piccole emozioni così il ferro, che per definizione rimanda a qualcosa di pesante, diventa lieve, si incurva, ricama l'aria, disegna storie.
LA LEGGEREZZA DEL MARMO
14 Ottobre 2015
Siamo abituati ad associare al marmo l'idea di pesantezza, a considerarlo un materiale freddo, legato a grandi opere. La storia di Eva ci svela come possa invece tramutarsi anche in un oggetto di design leggero...
RIDARE IL GIUSTO PESO ALLA LEGGEREZZA
24 Settembre 2015
Laura sulla leggerezza ha perfino scritto un libro e ci parla di quella bellissima sensazione che ognuno può sentire quando riesce a liberarsi di maschere e armature...
LA LEGGEREZZA DEL #PREMIINVIA
17 Settembre 2015
Chi è Penelope? Vi presentiamo la cinica fashion blogger protagonista di "Quella certa dipendenza dal tasto invio", l'opera prima di Lucia Del Pasqua, blogger e ambasciatrice dello stile della leggerezza
DELL'UOMO ELEGANTE NON NOTI MAI IL VESTITO
22 Giugno 2015
Anche se la necessità sembra essere quella di "aggiungere" per apparire, nell'altro binario della moda uomo viaggia anche la tendenza opposta: un moderno esistenzialismo per il recupero della propria personalità
LO YOGA OCULARE? SEMPLICE VELOCE E FAI DA TE!
22 Maggio 2015
Avete mai pensato allo yoga oculare? Ebbene sì, esiste anche quello. Come fare? Bastano pochi esercizi che impegnano quanto un'ordinazione take way.
I AM THE ONE
27 Aprile 2015
Ballestrazzi, Bruzziches e Lucchetta: tre designers italiani di talento si ispirano al tema dell'unico per il Fuori Salone 2015 proponendo una loro visione attraverso la realizzazione di tre differenti oggetti di design.
CENERENTOLA IN ALL STARS
08 Aprile 2015
I lieto fine non comprendono sempre un bel castello e un cavallo bianco come per Cenerentola. Può capitare di ritrovarsi tra le braccia del principe cattivo per poi scoprire che ha il cuore più puro del più nobile dei cavalieri…
NOTE DI LEGGEREZZA
04 Marzo 2015
Questa settimana abbiamo scelto le parole e la musica di Giovanni Allevi per parlavi di leggerezza e ricordarvi che ognuno di noi può spiccare il volo. Basta non dimenticarsi di avere le ali...
LA LEGGEREZZA DI HAIKU
04 Febbraio 2015
Cosa è un haiku? E' una forma di poesia di origine giapponese, che viene riproposta anche in altre lingue. L'haiku è leggero perché è breve, sintetico, potente.
LA LEGGEREZZA DELLE PAROLE!
21 Gennaio 2015
Leggerezza e parole? Le espressioni che usiamo possono rendere la realtà infinitamente lieve, ma anche incredibilmente pesante. Per trasformare ciò che è impossibile in probabile possiamo, come suggerisce Eleonora, iniziare proprio dalle parole.
POESIE DI RUGIADA
26 Novembre 2014
Può una goccia di rugiada parlare dello stile della leggerezza? La poesia di Anna ci ricorda che spesso la leggerezza sta proprio nelle piccole cose... che bisogna riuscire a cogliere prima che svaniscano...
LEGGEREZZA A MEZZ'ARIA
05 Novembre 2014
La carezza della persona che ami, una buona notizia che attendevi, il gesto di un amico. Immergetevi negli attimi di leggerezza della storia di questa settimana.
PIOMBO IN PIUME
29 Ottobre 2014
"Scrivere di leggerezza mentre attorno vedi pesantezza non è facile per nulla ma ci provo". Così Federico ci racconta che cos'è la leggerezza, per lui che dopo tanti lavori precari ha coronato il suo sogno aprendo a Venezia un negozio di libri antichi.
RICOMINCIARE A SOGNARE
08 Ottobre 2014
Tante sono sensazioni trasmesse dalla storia di Giancarlo, dove ancora una volta leggerezza e forti emozioni si incontrano, per permettere di guardare lontano e ricominciare a sognare.
SULLE ALI DELLA LEGGEREZZA
24 Settembre 2014
Quante volte avete sognato di volare, volteggiare nell'aria spinti dal vento? Le immagini evocate dalle parole scritte da Annalisa stanno per farvi spiccare il volo leggeri verso l'immenso...
UN SOFFIO DI LEGGEREZZA
10 Settembre 2014
Quando si è bambini basta poco per essere felici, e chi non vorrebbe rivivere per un istante quell'impalpabile sensazione di leggerezza? Leggete questa storia per regalarvi un piccolo salto nel tempo...
ISTANTI DI LEGGEREZZA
03 Settembre 2014
Lo stile della leggerezza si nasconde anche nei piccoli istanti di una semplice giornata come altre. La storia di Rita ci ricorda quando sia importante a volte fermarsi e recuperare il tempo con se stessi...
LEGGERA COME UNA FARFALLA
27 Agosto 2014
Questa settimana la personalissima visione della leggerezza di Irene, che sogna di volare leggera come una farfalla sull'essenza della vita...
IN CAMPO CON LEGGEREZZA
20 Agosto 2014
Questa settimana Federico ci parla dello stile della leggerezza nel calcio, di come alcuni grandi giocatori riescano a danzare intorno al pallone con un'insostenibile leggerezza...
PENSIERI IN BOTTIGLIA
13 Agosto 2014
Il mare e l'amore sembrano essere ancora al centro dei vostri pensieri sulla leggerezza. Come un messaggio in una bottiglia portata dal mare è arrivata la poesia di Irene...
PAROLA CHIAVE: LEGGEREZZA
06 Agosto 2014
I pensieri di Lara sulla leggerezza ci hanno lasciato senza parole... E siamo sicuri avranno lo stesso effetto anche su di voi...
FINALMENTE È DOMENICA
30 Luglio 2014
Non perdere mai di vista l'orizzonte, per trovare il coraggio di muoversi. Questa è la storia di Agostino, che ha lasciato l'Italia per cambiare vita e aprire un ristorante nella Repubblica Dominicana.
IL GUSTO DELLA LEGGEREZZA
16 Luglio 2014
La storia di questa settimana ha davvero un sapore unico... quello di una leggerissima tartelletta al formaggio! Francesca, un'amica cuoca e blogger, ci racconta cosa vuol dire leggerezza in cucina... Pronti ad assaggiarla?
VIVERE FRA SOGNO E REALTÀ
02 Luglio 2014
Questa settimana pubblichiamo la poesia di Luisa, che ci racconta la sensazione di leggerezza legata alla nascita di un grande amore, sotto il sole di un'estate di tanti anni fa...
RESPIRANDO SOTT'ACQUA
25 Giugno 2014
Finalmente apriamo la sezione del blog dedicata ai vostri racconti di stile e di leggerezza. Iniziamo con la storia di Arianna e la sua visita all'acquario più grande del mondo...
STORIE DI STILE E DI LEGGEREZZA
21 Marzo 2014
La leggerezza, anzi lo stile della leggerezza, è qualcosa di diverso per ognuno di noi proprio perché è lo stile, assolutamente personale, con cui sveliamo il senso che diamo, per l'appunto, al termine 'leggerezza'.
  • STILE LEGGEREZZA INNOVAZIONE MINIMALISMO IDENTITA' RICERCA FUTURO CREATIVITA' PERSONALIZZAZIONE ENERGIA INTENSITA' ARMONIA VISIONARIO VERSATILITA' LIBERTA' AVANGUARDIA ESPLORARE SPERIMENTARE SPERIMENTAZIONE IMMAGINAZIONE A-TEMPORALITA' A-TEMPORALE ESSENZIALE